Ventunenne “spara” cripto ad una scuola in Africa dallo spazio

Erik Finman

Erik Finman, un 21enne dell’Idaho, USA, ha “sparato” criptovaluta dallo spazio ad una scuola nella Regione della Grande Accra in Ghana lo scorso 4 Novembre. La notizia è stata data da Business Indsider qualche giorno fa.

Il ragazzo, che ha lasciato la scuola dopo essere diventato milionario grazie ai 446 bitcoin comprati da dodicenne a 1000$ nel 2011, con un valore di bitcoin che si aggira oggi intorno ai 7000$, può contare su un patrimonio di circa 3 milioni di dollari.

Finman ha battezzato quest’ultima sua iniziativa come un “crypto space drop”. Ha infatti spedito la criptovaluta mediante una costellazione di satelliti ad un’antenna sulla superficie terrestre, come spiegato nel dettaglio in un precedente articolo.

Il 21enne ha raccontato a Business Insider che questa modalità di trasmissione può aiutare le comunità prive di un’infrastruttura di telecomunicazioni.

Finman ha mandato 1000$ in MTL attraverso questo “space drop” alla scuola St. Mary presso la città di Korle Gonno nella Regione della Grande Accra in Ghana. L’ente userà questi fondi per riparare il tetto della scuola e comprare banchi e cattedre.

MTL è la criptovauta utilizzata dalla piattaforma Metal Pay, che è stata lanciata in agosto con Finman tra gli investitori. Il giovane ha definito Metal Pay come il “killer di Libra di Facebook”, aggiungendo: “Qualora fosse necessario metterei tutto il denaro che ho guadagnato grazie a bitcoin in quest’iniziativa” e “Sono disposto a scommetterlo tutto” nel suo video-annuncio di Metal Pay.

Uno dei satelliti usati nella costellazione era un satellite che lo stesso Finman aveva contribuito a finanziare un anno fa.

Nel dicembre del 2018, Finman ha guidato il Progetto Da Vinci, grazie al quale un gruppo di teenager ha lanciato un satellite che includeva un wallet per criptovaute. Il Progetto Da Vinci faceva parte del programma della Nasa “Educational Launch of Nanosatellites”, che permette agli studenti di materie scientifiche di mettere piccoli satelliti in orbita.

Un reportage completo sull’evento, incluse le foto che documentano questo “crypto space drop” si possono trovare sul sito di Business Insider a questo link.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.