Il browser Opera è il primo ad integrare un crypto wallet nativo per bitcoin e tron

In questi giorni l’azienda responsabile di uno dei più popolari browser, Opera, ha annunciato di aver aggiunto il supporto per le criptovalute Bitcoin (BTC) e TRON (TRX). Si tratta del primo tra i proncipali browser a fare questo passo, ovvero permettere nativamente transazioni in BTC, dopo essere stato il primo ad integrare Ethereum ed un wallet per criptovalute verso la fine del 2018.

Uno dei limiti più difficili da superare per le valute digitali basate su blockchain per diventare un fenomeno di massa è sicuramente l’accessibilità. Ciò è vero specialmente per Bitcoin, la prima criptovaluta e la più popolare. Comprare e stoccare bitcoin richiede spesso procedimenti complessi e la necessità di utilizzare nuovi software. Opera permette invece oggi agli utenti di effettuare transazioni in BTC direttamente dal proprio browser su Android.

Il gateway ideale

Charles Hamel, capo della divisione Crypto presso Opera, la spiega così: “Il browser è il candidato ideale per integrare le criptovalute, in quanto è il gateway verso tantissime cose nella vita di un utente. Contenuti, shopping, transazioni finanziarie, social… aggiungere la possibilità di caricare o scaricare valore per tutti questi casi d’uso è una cosa molto potente. Opera è l’unico browser con questa possibilità”.

Opera ha integrato la tecnologia blockchain nel dicembre dello scorso anno, come annunciato da Hamel, quando la versione Android venne aggiornata per supportare le app decentralizzate (DApps) ed i pagamenti basati su Ethereum.

All’epoca, il co-founder di Ethereum Joseph Lubin commentò: “Si tratta di uno step significativo per uno dei maggiori browser, il fatto di aggiungere un wallet crypto basato su Ethereum ed un explorer per DApp, e mette in mostra le radici innovative di Opera ed il desiderio di abbracciare la tecnologia di prossima generazione”.

Primi passi nel Web 3

Puntando ad essere in prima linea riguardo il Web 3, il web decentralizzato, l’azienda ha allargato le funzionalità relative alla blockchain Ethereum per la versione PC di Opera in aprile. Ha anche aggiunto supporto per VPN e la possibilità di sincronizzare il browser con il wallet Android, in maniera da permettere agli utenti di tenere le proprie chiavi private e identificarsi in maniera sicura dal proprio smartphone. Già in giugno, Ethereum poteva essere utilizzato nella verione di Opera per iOS.

Ora, la criptovaluta più utilizzata può essere spedita e ricevuta grazie ad Opera per Android. L’azienda dichiara che mandare bitcoin sia semplice come mandare un’immagine. La blockchain TRON è utilizzata principalmente per le DApps, che possono ora essere utilizzate in-browser. Inoltre, Ethereum e Bitcoin possono essere utilizzati per pagare beni o servizi mediante siti e-commerce.

“Crediamo che l’apertura del nostro browser a più blockchain, inclusa quella Bitcoin, sia il logico prossimo passo per rendere la nostra soluzione più rilevante per chiunque abbia un wallet Bitcoin e voglia fare cose con le proprie criptovalute oltre a tenerle in un account”, ha aggiunto Hamel.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *